ACCEDI
login Ivrea    

.

 CENSIMENTO     PERMANENTE     DELLA     POPOLAZIONE     E     DELLE    ABITAZIONI

 

 

LogoCensimentoLUNGO

 

Dal 1° ottobre 2018 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Per la prima volta l’Istat rileva, con cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.

Il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni non coinvolge tutte le famiglie che dimorano abitualmente sul territorio italiano, ma ogni anno un campione di esse: circa un milione e 400 mila famiglie, residenti in 2.800 comuni italiani.

Inoltre, solo una parte dei comuni (circa 1.100) è interessata ogni anno dalle operazioni censuarie, mentre la restante è chiamata a partecipare una volta ogni 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano, almeno una volta, alle rilevazioni censuarie.

Ivrea rientra tra i 1100 comuni che saranno interessati annualmente dalle operazioni censuarie, coinvolgendo solo una piccola parte dei residenti, scelti direttamente da ISTAT.

FINALITA’ DEL CENSIMENTO
Il censimento fornisce informazioni sulle principali caratteristiche della popolazione a livello nazionale, regionale e locale.
Informazioni utili a singoli cittadini, imprese, associazioni per progettare e fare scelte, organizzare attività e valutare risultati.
Informazioni indispensabili anche a decisori pubblici, Stato, Regioni, Province, Comuni per programmare e monitorare gli interventi sul territorio.
Per arricchire il patrimonio di dati statistici è fondamentale la piena collaborazione delle famiglie coinvolte.

ASPETTI NORMATIVI
- Il censimento assolve agli obblighi di rilevazione stabiliti dai regolamenti europeo e nazionale
- È obbligatorio per i cittadini partecipare alla rilevazione
- I dati personali sono tutelati dalla legge sulla privacy in ogni fase della rilevazione: dalla raccolta alla diffusione dei dati
 - I dati raccolti sono tutelati dal segreto statistico, sono diffusi solo in forma aggregata e utilizzati solo per fini istituzionali e statistici

LE RILEVAZIONI CENSUARIE

Saranno effettuate 2 rilevazioni differenti: una rilevazione Areale e una rilevazione da Lista.

Nella rilevazione Areale le famiglie coinvolte riceveranno una lettera con l’avviso che un rilevatore incaricato dal comune verrà a compiere l’intervista a casa. Saranno inoltre affisse apposite locandine sui portoni delle abitazioni interessate per avvisare del passaggio del rilevatore. Le famiglie dovranno fornire le risposte direttamente al rilevatore. Nella rilevazione areale tutte le persone abitualmente dimoranti presso l’unità abitativa saranno intervistate.

Nella rilevazione di Lista le famiglie coinvolte riceveranno una lettera che le informerà che fanno parte del campione che quest’anno parteciperà al censimento. Le famiglie potranno rispondere in autonomia al questionario on line utilizzando le credenziali di accesso al WEB contenute nella lettera o chiedere aiuto nella compilazione al comune e nello specifico al CCR (Centro comunale di Rilevazione).
 
A partire da una certa data, per intervistare le famiglie che non hanno ancora compilato il questionario, i rilevatori incaricati dal Comune si recheranno presso le famiglie.

IL CALENDARIO DELLE RILEVAZIONI
La prima domenica di ottobre di ciascun anno è la data di riferimento delle rilevazioni del Censimento permanente

Rilevazione di Area
- Dal 1 al 12 ottobre: ricognizione preliminare e verifica del territorio da parte dei rilevatori con consegna delle lettere alle famiglie coinvolte nella rilevazione
- Dal 13 ottobre al 20 novembre: rilevazione porta a porta da parte di un rilevatore incaricato dal comune
N.B. calendario delle date di rilevazione aggiornato come da comunicazione ISTAT in data 24.10.2018 

Rilevazione di Lista
Dall’8 ottobre al 7 novembre: compilazione del questionario in modo autonomo da parte delle famiglie rientranti nel campione individuato dall’Istat. La compilazione potrà avvenire via web o con l’aiuto di un operatore presso il CCR.
Dall’8 novembre al 20 dicembre: recupero delle mancate risposte attraverso l’attività svolta sia dai rilevatori che si recheranno presso le famiglie sia dagli operatori di back office del comune che potranno contattare telefonicamente la famiglia.
NB: fino al 12 dicembre 2018 resta comunque attivo il canale di compilazione autonoma via web per le famiglie.

I RILEVATORI

I rilevatori incaricati dal Comune di Ivrea sono 3, muniti di tesserino (su richiesta esibiranno un documento di riconoscimento) e si recheranno presso l’abitazione delle famiglie a loro assegnate per procedere all’intervista.
I rilevatori lasceranno nella cassetta postale l’avviso del passaggio/ritorno (biglietto da visita), con la data della successiva visita e il proprio recapito.

 

IL QUESTIONARIO
Il questionario è unico per le due rilevazioni.
I contenuti sono relativi a:
- tipologia delle famiglie, caratteristiche anagrafiche, di stato civile, socio-economiche e di mobilità territoriale delle persone dimoranti abitualmente;
- tipologia di alloggio, caratteristiche delle abitazioni occupate e dei relativi edifici.

 

CONTATTI

IL CONTACT CENTER ISTAT

Le famiglie potranno contattare gratuitamente un Numero Verde Istat 800.811.177 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 21:00
Il numero verde risponde alle richieste di informazione e fornisce chiarimenti sulle rilevazioni e sui contenuti del questionario.
Tramite Numero Verde NON è possibile compilare il questionario.

IL  CCR (CENTRO COMUNALE DI RILEVAZIONE)
Le famiglie potranno inoltre contattare il Centro Comunale di Rilevazione (CCR) per chiarimenti o per la compilazione del questionario.
il CCR del Comune di Ivrea si trova presso l'Ufficio Anagrafe, Via Cavour angolo Via Piave
Telefono: 0125 410276
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30 e il giovedì anche dalle 14:00 alle 16:00

 

 

Per maggiori informazioni:

LogoISTAT

www.istat.it

Numero verde Istat 800.811.177 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 21)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carta d'identità elettronica

 L A    C A R T A     D I    I D E N T I T A'     E L E T T R O N I C A  -  C.  I.  E.

CARTE BLU

 

Il Comune di Ivrea rilascia ai suoi cittadini la Carta di Identità Elettronica (C.I.E.).


 

IMPORTANTE: Per chiedere la CIE è necessario prenotare un appuntamento. Inoltre il rilascio non è immediato (verrà recapitata entro 6 giorni lavorativi).

 

Le Carte d'Identità Eletroniche - C.I.E. vengono rilasciate per scadenza di quella posseduta (o nei sei mesi precedenti la data di scadenza), per deterioramento o in caso di furto o smarrimento (previa denuncia). Le precedenti carte di identità cartacee continuano ad essere valide sino alla scadenza naturale e non devono nè possono essere sostituite. 

La carta verrà recapitata entro 6 giorni lavorativi.

Per chiedere la CIE è necessario prenotare un appuntamento (all'Ufficio Relazioni con il Pubblico o in Anagrafe, per telefono, email o di persona).

 

DOCUMENTI DA PRESENTARE

•    una fototessera in formato cartaceo. (o su chiavetta usb con queste caratteristiche: .jpg, risoluzione di almeno 400dpi, peso max 500 kb)       
le foto devono avere i requisiti previsti dalla legge e pubblicati sul sito del Ministero dell'interno.
E' essenziale la buona qualità delle fotografie: è consigliabile utilizzare fotografie scattate da fotografi professionisti, evitando le fototessere delle macchinette automatiche o quelle "fatte in casa". Il rischio, in caso contrario, è che le autorità di paesi terzi non accettino il documento.

•    la tessera sanitaria o codice fiscale;
•    la carta d’identità precedente o la denuncia di furto, smarrimento o deterioramento (quando non si hanno più i pezzi riconoscibili della precedente)
•    la ricevuta di pagamento del costo della  CIE (il pagamento può essere effettuato in contanti direttamente allo sportello)
•    permesso di soggiorno e passaporto (o altro documento di riconoscimento)  per i cittadini extracomunitari residenti

La CIE è rilasciata anche ai minorenni. E’ necessaria la presenza del minore (che firmerà la carta) solo se ha già compiuto dodici anni.

Per i minorenni cittadini italiani occorre inoltre la firma di entrambi i genitori.  SCARICA  il modulo per l'assesso all'espatrio da parte dei genitori del minore.

 COSTI:  € 22,00 per rinnovo;  27,00 in caso di deterioramento o smarrimento.

PAGAMENTO: Con  bonifico o versamento sul C.C. del Credito Valtellinese  IBAN   IT 24 K 05216 30546 000000099486  intestato al Comune di IVREA con causale  “CIE IVREA +nome e cognome”. Oppure in contanti direttamente allo sportello dell’URP il giorno dell’appuntamento.

 

Al momento della richiesta sarà anche possibile dichiarare il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti.

La C.I.E. sarà inoltre lo strumento con cui i cittadini potranno avere accesso non solo ai servizi on line comunali, ma a tutti quelli erogati dalle pubbliche amministrazioni e consentirà il rilascio dello S.P.I.D. (Sistema pubblico di identità digitale) al titolare di ogni C.I.E.

Soltanto in casi di urgenza o previsti dalla legge sarà possibile rilasciare ancora la Carta di Identità Cartacea.

Per maggiori informazioni e approfondimenti è possibile consultare il sito www.cartaidentita.interno.gov.it .

Per ulteriori dettagli consulta la sezione del sito del Comune di Ivrea dedicata, leggi il procedimento oppure scarica la BROCHURE

Depliant CIE IMG

 

 

UNESCO

unesco Nel mese di Novembre 2016 la Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, in accordo con il Segretariato Generale, Servizio I, Ufficio Unesco del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha confermato la Candidatura di "Ivrea Città Industriale del XX secolo" nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco.