ACCEDI
login Ivrea

logo Ivrea

TRASFERIMENTO DI RESIDENZA ALL’ESTERO – ISCRIZIONE AIRE
COSA

Iscrizione all’Anagrafe degli Italiani residenti all’estero (AIRE)

CHI

I cittadini italiani che si trasferiscono all’estero per un periodo superiore a dodici mesi

COME

Il richiedente cittadino italiano, che intende trasferire la residenza all'estero per un periodo superiore a dodici mesi, può dichiarare il trasferimento di residenza all'estero direttamente al Consolato, oppure, prima di espatriare, può rendere tale dichiarazione al Comune italiano di residenza, utilizzando il modulo allegato.
Il modulo deve essere compilato, sottoscritto e presentato all'Ufficio Anagrafe  ovvero inviato agli indirizzi sottoindicati per raccomandata, per fax o per via telematica.
Quest' ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:
a )che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale
b )che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione
c) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente
d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del richiedente siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice
 
Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento di riconoscimento del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.
Il richiedente deve compilare il modulo per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela.

QUANDO

Prima dell’espatrio. Il cittadino ha comunque  l'obbligo di recarsi comunque - entro 90 giorni dall'arrivo all'estero - al Consolato di competenza per rendere la dichiarazione di espatrio.

INTERVENTO SOSTITUTIVO

Il cittadino che non ottenga la conclusione di un procedimento, da lui avviato, entro i termini stabiliti dalla legge o dai regolamenti comunali, può chiedere al Responsabile del potere sostitutivo di attivarsi per la relativa conclusione (art. 2 comma 9-ter della Legge 241/1990).

La Giunta comunale ha nominato, con deliberazione n.244 del 20 dicembre 2012, il Segretario comunale, "Responsabile del potere sostitutivo in caso di inerzia degli uffici nel concludere i procedimenti".

La richiesta, sottoscritta dall'interessato e corredata da copia di un documento di riconoscimento, può essere prodotta, soltanto dopo la scadenza dei termini, allegando tutta la documentazione ritenuta utile:

  • a mezzo lettera raccomandata
  • via mail segretario@comune.ivrea.to.it
  • via PEC protocollo@pec.comune.ivrea.to.it

per informazioni: 0125-4101

Scarica il modulo per la richiesta di intervento sostitutivo

COSTI

Nessuno

NORME

 
Legge 27/10/1988 n. 470 - Anagrafe e censimento degli italiani all'estero

Città di IVREA. Stampa del 03 dic 2021