ACCEDI
login Ivrea

logo Ivrea

RICHIESTA DI ISCRIZIONE NEL REGISTRO COMUNALE DELLE CREMAZIONI

Responsabile

Guerriero Gilberto
COSA

Chi desidera essere cremato può manifestare la propria volontà in diversi modi, attraverso:
a) la disposizione testamentaria del defunto o la dichiarazione resa dallo stesso al comune di residenza, tranne nei casi in cui i familiari presentano una dichiarazione autografa del defunto contraria alla cremazione fatta in data successiva a quella della disposizione testamentaria stessa;
b) l’iscrizione, certificata dal rappresentante legale, ad associazioni riconosciute che hanno tra i propri fini statutari quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati, tranne nei casi in cui i familiari presentino una dichiarazione autografa del defunto fatta in data successiva a quella dell’iscrizione all’associazione. Tale iscrizione prevale anche contro il parere dei familiari;
c) in mancanza della disposizione testamentaria o di qualsiasi altra espressione di volontà da parte del defunto, la volontà del coniuge o, in difetto, del parente più prossimo individuato ai sensi degli articoli 74, 75, 76 e 77 del codice civile e, in caso di concorrenza di più parenti dello stesso grado, della maggioranza assoluta di essi, manifestata all’ufficiale dello stato civile del comune di decesso o di residenza;
d) la volontà manifestata dai legali rappresentanti per i minori e per le persone interdette
Nel rispetto della volontà del defunto, le ceneri risultanti dalla cremazione possono essere:
- tumulate in celletta, tomba di famiglia o loculo;
- inumate all’interno del cimitero;
- affidate al familiare per la conservazione presso la sua abitazione;
- disperse in natura.
La dispersione delle ceneri in natura è consentita:
in montagna e in aree naturali, alla distanza di almeno duecento metri da centri ed insediamenti abitativi;
in mare, ad oltre mezzo miglio dalla costa;
nei laghi, ad oltre cento metri dalla riva;
nei fiumi, nei tratti liberi da manufatti e da natanti.

CHI

In mancanza di testamento o di iscrizione nel registro comunale delle cremazioni o dell’iscrizione ad associazioni per la cremazione, i familiari* possono manifestare la volontà del defunto di essere cremato con una dichiarazione presentata all’Ufficiale di stato civile del comune dove è avvenuto il decesso.


*vedere sopra sezione COSA lettera C

COME

Per richiedere l’iscrizione nel registro delle cremazioni  occorre presentare personalmente o a mezzo di persona appositamente delegata una domanda in carta da bollo sottoscritta dall’interessato all’Ufficio di stato civile, allegando fotocopia del documento di riconoscimento.

DOVE

Pec: statocivile@pec.comune.ivrea.to.it
tel.0125 4101  int. 223
fax 0125 410297
Indirizzo: Via Cavour angolo Via Piave
10015 – Ivrea (TO)

Consulta gli orari dell'ufficio di Stato Civile

QUANDO

L’iscrizione nel registro comunale delle cremazioni è immediata e l’interessato può in ogni momento chiederne la cancellazione con le stesse modalità.

INTERVENTO SOSTITUTIVO

Il cittadino che non ottenga la conclusione di un procedimento, da lui avviato, entro i termini stabiliti dalla legge o dai regolamenti comunali, può chiedere al Responsabile del potere sostitutivo di attivarsi per la relativa conclusione (art. 2 comma 9-ter della Legge 241/1990).

La Giunta comunale ha nominato, con deliberazione n.244 del 20 dicembre 2012, il Segretario comunale, "Responsabile del potere sostitutivo in caso di inerzia degli uffici nel concludere i procedimenti".

La richiesta, sottoscritta dall'interessato e corredata da copia di un documento di riconoscimento, può essere prodotta, soltanto dopo la scadenza dei termini, allegando tutta la documentazione ritenuta utile:

  • a mezzo lettera raccomandata
  • via mail segretario@comune.ivrea.to.it
  • via PEC protocollo@pec.comune.ivrea.to.it

per informazioni: 0125-4101

Scarica il modulo per la richiesta di intervento sostitutivo

COSTI

Istanza per l’iscrizione  o la cancellazione dal registro comunale delle cremazioni
 n. 1   marche da bollo da € 16,00

NORME

DPR 10 settembre 1990, n. 285 articolo 79
Legge 30 marzo 2001 n. 30
Legge della Regione Piemonte 31 ottobre 2007 n. 20
Legge della Regione Piemonte  11 marzo 2015 n. 3, art. 51
Regolamento locale di polizia mortuaria della Città di Ivrea, articoli da 79 a 92
Delibera della Giunta Comunale n. 181 del 24 settembre 2015

Città di IVREA. Stampa del 16 ott 2019