ACCEDI
login Ivrea

logo Ivrea

PUBBLICI ESERCIZI (BAR/RISTORANTI): S.C.I.A. per subingresso, ampliamento o riduzione superficie, variazione compagine sociale,cessazione attività.
COSA

Segnalazione Certificata di Inizio Attività per apertura per subingresso, ampliamento o riduzione di superficie, variazione della compagine sociale.

La cessazione e la sospensione temporanea dell'attività sono soggette a comunicazione.
 

CHI

Coloro che intendono esercitare l’attività di somministrazione di alimenti e bevande in locali aperti al pubblico (bar, ristoranti, pizzerie).

COME

Per poter presentare la segnalazione certificata di inizio attività è necessario:
- essere in possesso dei requisiti morali definiti nell’art. 71, commi 1-3-4-5, del D. Lgs. n. 59/2010 e s.m.i.. Non devono inoltre sussistere nei propri confronti le cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 del D. Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 e s.m.i.. L’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande è consentito solo a chi è in possesso di uno dei requisiti professionali di cui all’art. 71, comma 6, del D. Lgs. 59/2010 e s.m.i.;
- comporre la segnalazione certificata di inizio attività accedendo al servizio SUAP ONLINE e inviare la documentazione elettronica firmata digitalmente allo Sportello Unico direttamente dal servizio on line allegando:
- copia del documento d’identità, in corso di validità, del titolare o, in caso di società, del legale rappresentante;
- documentazione attestante il possesso dei requisiti professionali;
- per il caso di subingresso: copia dell’atto di trasferimento di proprietà o di gestione dell'azienda, in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata da notaio;
- per il caso di variazione societaria: copia dell’atto notarile;
- per i cittadini extracomunitari: copia del permesso di soggiorno in corso di validità o copia della ricevuta attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo alla competente Questura;

- comunicazione dei giorni e degli orari di apertura;

- nel caso in cui sia prevista l’installazione di apparecchi da gioco di cui all’art. 110 c. 6 lett. a) del T.U.L.P.S., relazione asseverata a firma di tecnico abilitato, corredata da planimetria, attestante il rispetto della distanza (non inferiore a 500 metri) dai luoghi sensibili di cui al comma 1 dell’art. 5 della L.R. n. 9/2016 e di cui al Regolamento del Comune di Ivrea approvato con D.C.C. n. 11 del 31/03/2015 “Regolamento per le sale giochi e per l’installazione di apparecchi elettronici da intrattenimento”. Si ricorda inoltre l'obbligo dell'esposizione in modo visibile nell'esercizio della Tabella dei giochi proibiti approvata dal Questore e vidimata dal Comune ai sensi dell'art. 110 comma 1 T.U.L.P.S.


La segnalazione di inizio attività deve essere presentata dal titolare/legale rappresentante dell’attività o da un delegato appositamente designato tramite procura.

Si ricorda inoltre che i titolari di esercizio in attività, o loro delegati, hanno l’obbligo di frequentare, ogni tre anni, un apposito corso di formazione sui contenuti delle norme in materia di igiene, sanità e sicurezza e che gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande sono costituiti da un’unica tipologia (sono state eliminate le tipologie A, B, C e D).

DOVE

Per informazioni rivolgersi a:
Sportello Unico Associato Attività Produttive – via Cardinal Fietta 3 – Ivrea.
contatti e orari

QUANDO

La segnalazione deve essere presentata in modo completo prima di iniziare l’attività.
L’attività può iniziare immediatamente dalla data di presentazione della segnalazione certificata. Il Comune ha 60 giorni di tempo per effettuare i controlli in ordine ai presupposti e ai requisiti e può adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi, salvo conformazione dell’attività entro un termine dato.

Da quando entra nella disponibilità dell’azienda (per acquisto, affitto od altro), il subentrante ha 12 mesi di tempo per iniziare l’attività.
 

INTERVENTO SOSTITUTIVO

Il cittadino che non ottenga la conclusione di un procedimento, da lui avviato, entro i termini stabiliti dalla legge o dai regolamenti comunali, può chiedere al Responsabile del potere sostitutivo di attivarsi per la relativa conclusione (art. 2 comma 9-ter della Legge 241/1990).

La Giunta comunale ha nominato, con deliberazione n.244 del 20 dicembre 2012, il Segretario comunale, "Responsabile del potere sostitutivo in caso di inerzia degli uffici nel concludere i procedimenti".

La richiesta, sottoscritta dall'interessato e corredata da copia di un documento di riconoscimento, può essere prodotta, soltanto dopo la scadenza dei termini, allegando tutta la documentazione ritenuta utile:

  • a mezzo lettera raccomandata
  • via mail segretario@comune.ivrea.to.it
  • via PEC protocollo@pec.comune.ivrea.to.it

per informazioni: 0125-4101

Scarica il modulo per la richiesta di intervento sostitutivo

COSTI

Nel caso di ampliamento di superficie, occorre computare il fabbisogno totale di posti a parcheggio. La quota di posti a parcheggio, se non reperita, è monetizzabile, contribuendo in tal modo alla costituzione di un fondo destinato al finanziamento per la realizzazione di parcheggi di iniziativa pubblica dedicati alla zona di insediamento.

E' previsto il versamento di diritti di segreteria SUAP come da D.G.C. n. 32 del 14/02/2019 (l'attestazione del versamento deve essere allegata alla pratica).

 

NORME

L.R. 29 dicembre 2006 n. 38 e s.m.i.
Delibera G.R. n. 85-13268/2010
D.M. 17/12/1992 n. 564
L. 9 gennaio 1989 n. 13
R.D. 773/1931
R.D. 635/1940
D. Lgs. 59/2010 e s.m.i.
L. 241/1990 e s.m.i. art. 19

D.Lgs. n. 222 del 25/11/2016

Città di IVREA. Stampa del 25 ott 2020