ACCEDI
login Ivrea

logo Ivrea

IMPRESE FUNEBRI: S.C.I.A.
COSA

Segnalazione certificata di inizio attività per nuova attività, subentro, modifiche societarie, sospensione dell’attività, cessazione.

CHI

Coloro che intendono svolgere l’esercizio di attività funebre con sede legale situata nel territorio del Comune di Ivrea e dei Comuni associati SUAP.

Per attività funebre si intende un servizio che comprende ed assicura, in forma congiunta, le seguenti prestazioni e forniture:
a. disbrigo delle pratiche amministrative inerenti il decesso, su mandato dei familiari;
b. vendita di casse mortuarie e altri articoli funebri;
c. trasferimento durante il periodo di osservazione e trasporto di cadavere, di ceneri e di resti mortali.

COME


Per poter iniziare l’attività è necessario:
- essere in possesso dei requisiti soggettivi (morali e professionali) previsti dagli artt. 11,12 e 131 del R.D. 773/1931. Se l’attività di agenzia viene svolta in forma societaria il possesso dei requisiti morali deve essere autocertificato dal legale rappresentante e da tutti i componenti del consiglio di amministrazione in caso di S.p.A. e S.r.l., dai soci accomandatari in caso di S.a.s., dai soci amministratori in caso di S.n.c..
Nei confronti del titolare di impresa individuale, del legale rappresentante e dei soci delle società non devono inoltre sussistere le cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall’art. 67 D.Lgs. 06.09.2011 n. 159.
- comporre la segnalazione certificata di inizio attività accedendo al servizio SUAP ONLINE e inviare la documentazione elettronica firmata digitalmente allo Sportello Unico direttamente dal servizio on line allegando:
- copia documento d’identità in corso di validità;
- per il caso di nuova attività: con riferimento ai locali nei quali verrà svolta l’attività, asseverazione di un tecnico abilitato relativa alla sussistenza dei requisiti urbanistici, edilizi ed igienico-sanitari, corredata da planimetria quotata ed in scala adeguata;
- tabella delle operazioni che si intendono svolgere, con le relative tariffe, da presentare in bollo, e che dovrà essere vidimata;
- registro degli affari giornalieri, per la vidimazione;
- autocertificazione dei seguenti requisiti:
1. disponibilità continuativa di una sede idonea al conferimento degli incarichi e al disbrigo delle pratiche amministrative relative al decesso, alla vendita di casse mortuarie e di altri articoli funebri e ad ogni altra attività inerente al funerale, e regolarmente aperta al pubblico;
2. disponibilità continuativa di un’autorimessa attrezzata per la disinfezione e il ricovero di non meno di un mezzo funebre;
3. disponibilità continuativa di almeno un mezzo funebre in proprietà o contratto di leasing;
4. disponibilità di un magazzino per la vendita di casse mortuarie e altri articoli funebri;
5. disponibilità di personale in possesso di sufficienti conoscenze teorico-pratiche e dotazioni strumentali capaci di garantire il rispetto della legislazione a tutela della salute dei lavoratori; in particolare, un responsabile dell’attività funebre, anche coincidente col titolare o legale rappresentante dell’impresa, coadiuvato da almeno quattro operatori funebri o necrofori con regolare contratto di lavoro.

- per il caso di subingresso: copia dell’atto di trasferimento di proprietà o di gestione dell'azienda, in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata da notaio;
- per il caso di variazione societaria: copia dell’atto notarile;
- per i cittadini extracomunitari: copia del permesso di soggiorno in corso di validità o copia della ricevuta attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo alla competente Questura.

La segnalazione di inizio attività deve essere presentata dal titolare/legale rappresentante dell’attività o da un delegato appositamente designato tramite procura.

DOVE

Per informazioni rivolgersi a:
Sportello Unico Associato per le Attività Produttive – via Cardinal Fietta 3 – Ivrea.
contatti e orari

QUANDO

La segnalazione va presentata prima di iniziare l’attività.
L’attività può iniziare immediatamente dalla data di presentazione della segnalazione certificata. Il Comune ha 60 giorni di tempo per effettuare i controlli in ordine ai presupposti e ai requisiti e può adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi, salvo conformazione dell’attività entro un termine dato.

INTERVENTO SOSTITUTIVO

Il cittadino che non ottenga la conclusione di un procedimento, da lui avviato, entro i termini stabiliti dalla legge o dai regolamenti comunali, può chiedere al Responsabile del potere sostitutivo di attivarsi per la relativa conclusione (art. 2 comma 9-ter della Legge 241/1990).

La Giunta comunale ha nominato, con deliberazione n.244 del 20 dicembre 2012, il Segretario comunale, "Responsabile del potere sostitutivo in caso di inerzia degli uffici nel concludere i procedimenti".

La richiesta, sottoscritta dall'interessato e corredata da copia di un documento di riconoscimento, può essere prodotta, soltanto dopo la scadenza dei termini, allegando tutta la documentazione ritenuta utile:

  • a mezzo lettera raccomandata
  • via mail segretario@comune.ivrea.to.it
  • via PEC protocollo@pec.comune.ivrea.to.it

per informazioni: 0125-4101

Scarica il modulo per la richiesta di intervento sostitutivo

COSTI

E' previsto il versamento di diritti di segreteria SUAP come da D.G.C. n. 32 del 14/02/2019 (l'attestazione del versamento deve essere allegata alla pratica).

NORME

L.R. 3 agosto 2011 n. 15 (Disciplina delle attività e dei servizi necroscopici, funebri e cimiteriali)
D.P.G.R. 8 agosto 2012 n.7/R
D.G.R. 13 gennaio 2014 n. 13-7014 "Primi indirizzi applicativi del regolamento regionale 8 agosto 2012 n.7/R (Regolamento in materia di attività funebre e di servizi necroscopici e cimiteriali, in attuazione dell'art. 15 della legge regionale 3 agosto 2011 n. 15 "Disciplina delle attività e dei servizi necroscopici, funebri e cimiteriali"). Sostituzione dell'allegato C del Regolamento regionale 8 agosto 2012 n.7/R
Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria
R.D. 773/1931
L. 241/1990 e s.m.i. art. 19

Città di IVREA. Stampa del 27 set 2020