ACCEDI
login Ivrea

logo Ivrea

TURISMO - AFFITTACAMERE: S.C.I.A.
COSA

Segnalazione certificata di inizio attività per inizio attività, subentro, modifiche societarie, sospensione dell’attività, cessazione.

CHI

Coloro che intendono svolgere l’attività di affittacamere in Ivrea o nei comuni associati SUAP di Ivrea.
Sono esercizi di affittacamere le strutture composte da non più di 6 camere con una capacità ricettiva non superiore a 12 posti letto. Le camere devono essere messe a disposizione in non più di due appartamenti ammobiliati in uno stesso stabile. Possono essere adibite sia nell’alloggio di residenza sia in un altro fabbricato non di residenza.

COME

Per poter iniziare l’attività è necessario:
- essere in possesso dei requisiti morali previsti dagli artt. 11 e 92 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.), di cui al R.D. 773/1931. Non devono inoltre sussistere nei propri confronti le cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall’art. 67 del D. Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 e s.m.i.;
- comporre la segnalazione certificata di inizio attività accedendo al servizio SUAP ONLINE e inviare la documentazione elettronica firmata digitalmente allo Sportello Unico direttamente dal servizio on line, allegando:
- la modulistica regionale scaricabile dal sito della Regione Piemonte, compilata in ogni sua parte;
- copia documento d’identità in corso di validità del titolare/legale rappresentante;
- per i cittadini extracomunitari: copia del permesso di soggiorno in corso di validità o copia della ricevuta attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo alla competente Questura;
- planimetria dei locali in scala 1:100 (con riferimento per ciascun locale a: destinazione d’uso, n. posti letto, altezza, superficie di calpestio, superficie finestrata apribile e rapporto illuminante), corredata da sezioni e prospetti eseguiti e firmati da un tecnico abilitato e dal titolare dell’attività;
- dichiarazioni di conformità relative all’impianto elettrico, all’impianto idro-sanitario, all’eventuale impianto termico, all’eventuale impianto a gas, all’eventuale impianto di climatizzazione/condizionamento, rilasciate da tecnico abilitato ai sensi del D.M. 37/2008 o ai sensi della L. 46/90;
- certificato di prevenzione incendi rilasciato dal Comando Provinciale dei VV.FF., se dovuto, ai sensi del D.P.R. 151/2011;
- autorizzazione allo scarico delle acque reflue;
- certificazione energetica degli edifici rilasciata da tecnico abilitato nei casi previsti dal D. Lgs. 192/2005 e s.m.i. e dalla L.R. 13/2007 e s.m.i.;
- attestazione o certificato di agibilità dell’immobile sede dell’attività dell’esercizio;
- denuncia delle attrezzature, delle caratteristiche e dei prezzi che si intendono applicare nel corso dell’anno;
- per il caso di subingresso: copia dell’atto di trasferimento di proprietà o di gestione dell’azienda, in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata da notaio;
- per il caso di variazione societaria: copia dell’atto notarile.

Gli affittacamere possono somministrare, limitatamente alle persone alloggiate, alimenti e bevande. In questo caso occorre presentare notifica sanitaria ai sensi dell'art. 6 del Reg. CE 852/2004 corredata dall'attestazione di versamento dei diritti di registrazione ASL.

DOVE

Per informazioni rivolgersi a:
Sportello Unico Associato per le Attività Produttive – via Cardinal Fietta 3 – Ivrea.
contatti e orari

QUANDO

La segnalazione va presentata prima di iniziare l’attività.
L’attività può iniziare immediatamente dalla data di presentazione della segnalazione certificata. Il Comune ha 60 giorni di tempo per effettuare i controlli in ordine ai presupposti e ai requisiti e può adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi, salvo conformazione dell’attività entro un termine dato.

INTERVENTO SOSTITUTIVO

Il cittadino che non ottenga la conclusione di un procedimento, da lui avviato, entro i termini stabiliti dalla legge o dai regolamenti comunali, può chiedere al Responsabile del potere sostitutivo di attivarsi per la relativa conclusione (art. 2 comma 9-ter della Legge 241/1990).

La Giunta comunale ha nominato, con deliberazione n.244 del 20 dicembre 2012, il Segretario comunale, "Responsabile del potere sostitutivo in caso di inerzia degli uffici nel concludere i procedimenti".

La richiesta, sottoscritta dall'interessato e corredata da copia di un documento di riconoscimento, può essere prodotta, soltanto dopo la scadenza dei termini, allegando tutta la documentazione ritenuta utile:

  • a mezzo lettera raccomandata
  • via mail segretario@comune.ivrea.to.it
  • via PEC protocollo@pec.comune.ivrea.to.it

per informazioni: 0125-4101

Scarica il modulo per la richiesta di intervento sostitutivo

COSTI

Nessun costo per quanto di competenza del Servizio SUAP.

NORME

L.R. 31/1985 e s.m.i.
R.D. 773/1931
R.D. 635/1940
L. 241/1990 e s.m.i. art. 19

Città di IVREA. Stampa del 03 dic 2021