CANDIDATURA UNESCO
CANDIDATURA UNESCO

La candidatura di Ivrea, città industriale del XX secolo alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco


Il 3 maggio 2012 La Città di Ivrea è stata ufficialmente inserita nella Lista propositiva italiana (tentative list) dei siti candidati a diventare Patrimonio UNESCO.
L’iscrizione - risultato del lavoro congiunto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Comune di Ivrea e della Fondazione Adriano Olivetti - è stata formalizzata dalla Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'UNESCO. Fanno parte delle tentative list tutti quei siti che gli Stati proponenti ritengono particolarmente significativi per il riconoscimento a Patrimonio dell'Umanità e per l'inserimento nella World Heritage List dell'UNESCO.

Nel 2008 la Fondazione Adriano Olivetti si era fatta promotrice della creazione di un Comitato Nazionale per le celebrazioni della fondazione della Società Olivetti, finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Mibac) e della Regione Piemonte.
Nei tre anni di attività sono state ideate una serie di iniziative e ricerche che hanno avuto come oggetto la valorizzazione del patrimonio architettonico lascito della fabbrica alla città di Ivrea. Il patrimonio, quantitativamente rilevante, copre il 70% del perimetro urbanizzato di Ivrea e rappresenta da un lato, l’esperienza dell’industriale piemontese, e dall’altro una testimonianza unica del valore della cultura architettonica del XX secolo. E’ in questa prospettiva che nel novembre del 2009 la Fondazione Adriano Olivetti, già ente promotore del Comitato Nazionale, ha ricevuto l’affidamento di incarico da parte del Comune di Ivrea per la predisposizione della richiesta di inserimento di Ivrea nella tentative list italiana dei siti Unesco.

Il 27 Dicembre 2011 la Fondazione Adriano Olivetti ha trasmesso la documentazione in oggetto al Comune di Ivrea che ha provveduto a inviarla al Ministero dei Beni e Attività Culturali l’11 gennaio 2012. Il 3 maggio 2012 Ivrea è stata, così, ufficialmente inserita tra i siti ritenuti particolarmente significativi per il riconoscimento a patrimonio mondiale UNESCO.

A seguito dell’inserimento nella Lista propositiva, l’Ufficio Patrimonio Mondiale del MIBACT ha provveduto alla costituzione di un Gruppo di Coordinamento che vede la partecipazione, oltre al Comune di Ivrea , di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con differenti uffici di competenza: Segretariato Generale, Pabaac, Soprintendenza dei beni architettonici e paesaggistici e Direzione Regionale del Piemonte, Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Fondazione Adriano Olivetti e Fondazione Guelpa. Il Gruppo ha designato a sua volta una Cabina di Regia
Nel corso del mese di gennaio 2016 sono state consegnate a Roma, per essere sottoposte al vaglio del Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale le copie del dossier della candidatura di Ivrea, città industriale del XX secolo per l'iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

Il 22 gennaio 2016 il Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Unesco si è riunito per pronunciarsi sulla candidatura che avrebbe potuto essere presentata dal nostro Paese per l’anno in corso. La Commissione ha deliberato, aderendo alle indicazioni del MIBACT, la trasmissione a Parigi  dei dossier di candidatura per l’inserimento nella lista del Patrimonio Mondiale di “Ivrea, Città Industriale del XX  Secolo” insieme a quello transnazionale che ha come capofila la città di Bergamo, dedicato” Opere di difesa veneziane tra il XV e il XVII secolo”, con l’indicazione che questo venisse valutato per primo.

Il Centro del Patrimonio Mondiale Unesco ha successivamente comunicato che la candidatura di "Ivrea, città industriale del XX secolo"  ha superato la verifica di completezza effettuata nel corso del mese di febbraio.
Tale verifica completa quella preliminare effettuata nel mese di settembre 2015.
In considerazione del fatto che anche la candidatura de "Le opere di difesa veneziane tra il XV ed il XVII secolo" ha superato la verifica di completezza e che è stata indicata come prioritaria dal Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana UNESCO, la candidatura di Ivrea passa al prossimo ciclo di valutazione, a partire dal 2017 e sarà esaminata in occasione della 42° sessione del Comitato per il Patrimonio Mondiale nel corso dell’anno 2018.
 



LOGO IVREA PER UNESCO
<<
I contorni architettonici della città industriale su campo “arancio Ivrea”. Questa la scelta fatta per il “logomarchio” dalla “Cabina di Regia” per la Candidatura di “Ivrea città industriale del XX secolo” alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco.
Si è trattata di una scelta tra diverse proposte presentate da Showbyte, l’agenzia torinese che si è aggiudicata la gestione dell’immagine e comunicazione della candidatura. Sempre, in questi casi, si cerca di evidenziare il bene candidato già nel marchio, perché non si tratta di vincere o perdere una gara contro altri ma di diventare parte di quel Patrimonio Mondiale per la cui tutela, conservazione, valorizzazione e trasmissione alle future generazioni del bene stesso tutta l’umanità si impegna. Ed ecco, allora, i contorni delle principali architetture che, come in un balletto o in un ideogramma, si presentano non solo alla popolazione eporediese, piemontese, italiana, ma all’intera comunità internazionale. Perché questa sarà la rinnovata visione. Il logomarchio diventa ora elemento rappresentativo di tutti i supporti di comunicazione, della prossima mostra sulla candidatura, del sito web, dei social network, della comunicazione non solo in città ma sui media nazionali ed esteri. Un modo per riconoscere, riconoscersi e far riconoscere nuovamente la parte moderna, innovativa, visionaria della nostra città. >>

Renato Lavarini
Coordinatore Candidatura Ivrea Città Industriale XX Secolo

visita il sito www.ivreacittaindustriale.it


Documentazione presentata per la candidatura UNESCO della Città di Ivrea

Dossier di candidatura

Piano di gestione


 

 

 

CONTATTI
Segreteria Sindaco Comune di Ivrea
Piazza Vittorio Emanuele, 1
tel 0125.4101 int. 261
Email: vsindaco@comune.ivrea.to.it



Visita il sito  della Fondazione Adriano Olivetti

 


Informazioni Correlate