ACCEDI
login Ivrea    

Nido "Olivetti"

bimbo

Aggiornamento sui lavori al nido comunale "Adriano Olivetti" e trasferimento delle attività.

 

 

ASILO NIDO COMUNALE “ADRIANO OLIVETTI” - AGGIORNAMENTO

Come anticipato nel corso dell’incontro convocato lo scorso 7 marzo, l’Amministrazione comunale di Ivrea ha incontrato nuovamente ieri, mercoledì 29 marzo, i genitori dei bambini iscritti all’Asilo Nido Comunale “A. Olivetti”, per un aggiornamento sul prosieguo delle verifiche strutturali e sulle possibili soluzioni da adottare per garantire il servizio nel periodo dei lavori di ristrutturazione dello stabile.

Si è così portato a conoscenza degli intervenuti che è stato approvato lo studio di fattibilità riguardante la struttura dell’Asilo nido comunale.  Si procederà ora con l’affido della progettazione definitiva dei lavori. I professionisti aggiudicatari dovranno verificare come affrontare le varie e importanti criticità strutturali emerse: dalla messa in sicurezza degli elementi lapidei, agli interventi su infissi, impianti idrici ed elettrici.

In considerazione degli approfondimenti che dovranno essere compiuti e, a seguire, dell’avvio dei lavori di ristrutturazione, sono state individuate alcune strutture che potrebbero ospitare i bambini, a partire dal mese di settembre. Si tratta della Scuola dell’infanzia Don Milani e di tre strutture private che hanno dato disponibilità ad ospitare le sezioni del Nido comunale: l’Asilo nido Albero Blu, l’asilo nido di Villa Girelli e la scuola dell’infanzia Opera Pia Moreno.

In ognuna di queste strutture, fatte salve le necessarie verifiche dell’AslTO4, sarà allestita una sezione con le medesime educatrici che già lavorano al Nido comunale e sarà garantita la stessa qualità del servizio educativo e la cura che sono da sempre il fiore all’occhiello della struttura. L’intera equipe educativa è già al lavoro per ideare ed organizzare nuovi progetti per il prossimo anno con il coinvolgimento delle famiglie, attraverso il Comitato Tecnico Consultivo del Nido.

Ci sarà anche la possibilità di potenziare la stessa offerta costruendo insieme alle insegnanti e alle educatrici nuovi laboratori didattici, in continuità con la scuola dell’infanzia.
I numerosi interventi dei genitori presenti all’incontro, hanno consentito di condividere primi criteri per la composizione dei gruppi classe per il prossimo anno, a partire dalla garanzia della continuità di rapporto dei bambini con le educatrici.

Nel frattempo, dall’inizio di luglio a fine agosto, il centro estivo sarà allestito presso la Scuola dell’infanzia Don Milani.  

«Da sempre attenta ad un’offerta educativa rispondente alle esigenze delle famiglie del territorio e sostenendo la diffusione di una cultura dell’infanzia presso la comunità locale,  questa Amministrazione Comunale è  intenzionata a ristrutturare  il Nido comunale “Adriano Olivetti”, realizzato dagli architetti Luigi Figini e Gino Pollini tra il 1939 e il 1941, pensato e progettato con un concetto spaziale avanzato, informale e con forti componenti sperimentali, tuttora di grande attualità, in grado di relazionarsi sia con la sfera psicologica ed emotiva dei bambini, sia con le necessità degli adulti», conclude il Sindaco, Carlo Della Pepa.

 

 

 * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

 

Negli ultimi anni l’edificio che occupa l’asilo Nido comunale aveva manifestato diverse criticità che hanno indotto l’Amministrazione Comunale ad intervenire per porre rimedio alle singole problematiche e a commissionare, a settembre 2015, uno studio di fattibilità che individuasse gli interventi necessari, tenuto conto anche delle tecniche costruttive utilizzate all’epoca della realizzazione dell’edificio, per un complessivo restauro conservativo dell’edificio.

Le analisi svolte per la realizzazione di tale studio di fattibilità, che sarà terminato tra qualche settimana, hanno individuato una situazione strutturale dell’edificio per cui si rendono necessari interventi edilizi significativi.

L’Amministrazione ha pertanto ritenuto di procedere all’individuazione di altre sedi in cui trasferire le attività del Nido. L’Amministrazione sta esaminando diverse alternative con l’intento di offrire una valida soluzione a tutte le famiglie che utilizzano attualmente il servizio, garantendone la continuità e gli elevati livelli di qualità che lo caratterizzano.

Il Comune si è impegnato a garantire la continuità educativa, come spiega direttamente il Sindaco Carlo Della Pepa: "Continueremo ugualmente a dare un servizio con le educatrici di riferimento che hanno avuto i bambini fin dall'inserimento. Ci rendiamo conto del possibile disagio per le famiglie legato al cambiamento del luogo, ma sarà mantenuta la qualità dal punto di vista educativo del servizio, per raggiungere, entro settembre, l'obiettivo di avere una struttura adeguata nella quale saranno ospitati i bambini”.