ACCEDI
login Ivrea    

Il Mandato Politico

La qualità amministrativa.

Vogliamo riservare attenzione alla qualità amministrativa, vogliamo garantire servizi accessibili a tutti i cittadini. Ivrea è caratterizzata dalla presenza di una buona qualità e quantità di servizi ai propri cittadini; è necessario che essi siano mantenuti e implementati secondo i bisogni emergenti.

Per facilitare le relazioni con i cittadini l’Amministrazione dovrà impegnarsi ad utilizzare sempre di più gli strumenti che la tecnologia ci offre; le moderne forme di comunicazione, in particolare internet e la telefonia mobile consentono a costi contenuti di fare sì che il comune rimanga costantemente in contatto con i cittadini.

Grazie a queste tecnologie è possibile rendere l’amministrazione più trasparente e fare in modo che gli Eporediesi che desiderano farlo, possano partecipare facilmente alla vita amministrativa della città.

Perché tutto questo diventi realtà intendiamo implementare i servizi informatici in diverse direzioni: ripensare, riprogettare i processi amministrativi in modo da consentire, in tempo pressoché reale, la pubblicazione sul web delle parti pubbliche per rendere facilmente fruibili i consigli comunali attraverso la trasmissione audio video in diretta sul web.

Intendiamo realizzare newsletters anche elettroniche da inviare con tempestività e regolarità a tutti i cittadini.

Intendiamo istituire e implementare il servizio informativo attraverso la telefonia mobile che permette una informazione tempestiva su eventi, scadenze ed emergenze.

Ma siamo anche consapevoli che la tecnologia non può ancora raggiungere tutti e che si debbano quindi utilizzare anche metodi tradizionali per mantenere i cittadini costantemente aggiornati.

Per aumentare il livello di partecipazione alle scelte amministrative, oltre aver dato il mandato a tutti gli assessorati di lavorare in questa ottica, l’Amministrazione intende realizzare, prima di adottare decisioni di particolare rilevanza, forme di consultazione diretta dei cittadini.

Per realizzare tutto ciò la macchina amministrativa della città non è sufficiente, devono essere sviluppate e coordinate le azioni degli enti strumentali della città; è infatti chiaro che per consentire a Ivrea e al territorio eporediese di percorrere ed espandere le linee di sviluppo è necessario che vengano rafforzate e ridefinite le missioni di alcuni enti strumentali e territoriali come il Consorzio per il distretto tecnologico del Canavese, il Consorzio per l’informatizzazione del Canavese, il Consorzio per gli insediamenti produttivi e l’Associazione per gli insediamenti universitari.

In quest’ottica intendiamo quanto prima affrontare il problema della razionalizzazione degli uffici comunali cercando in qualche maniera una rilocalizzazione e un’unificazione in politiche di sistema di tutti gli uffici comunali.

Negli ultimi anni, sul tema dell’equità fiscale l’ente Comune ha lavorato per gestire molto attentamente e con grande rigore il tema dell’imposizione fiscale.

Le politiche che intendiamo sviluppare non possono essere che di continuità con quelle perseguite dalla precedente amministrazione; intendiamo proseguire nella politica del rigore, della ricerca dell’equità al fine di garantire concretamente una contenuta pressione della fiscalità di nostra competenza anche attraverso la lotta all’evasione e al controllo della veridicità delle autocertificazioni che in questi anni hanno dato buoni risultati.